Crea sito

Manifestazione #alberiperilfuturo annullata

Il gruppo di cittadini attivi che avrebbero voluto aderire alla manifestazione nazionale #alberiperifuturo, prevista per il 18 novembre, che prevede la messa a dimora negli spazi pubblici comunali di nuove essenze arboree, messe gratuitamente a disposizione dall’Agenzia Forestas, in sinergia con l’Associazione culturale Spazio Piano B, informano la cittadinanza che tale manifestazione non si potrà fare in quanto l’amministrazione comunale non ha dato il suo consenso.

Nello specifico, durante le interlocuzioni preliminari alla richiesta formalmente protocollata il 9 novembre, si era addivenuti a realizzare l’intervento di piantumazione nelle aree libere dell’ostello della Gioventù di Fertilia. Considerato che le azioni di ripristino dell’ostello dovrebbero essere programmate, e non improvvisate, avrebbero potuto indicarci un luogo alternativo.

L’iniziativa infatti ha lo scopo di promuovere la “Cultura del Verde” e l’educazione ambientale attraverso la creazione di boschi urbani, nuovi parchi e, in generale, l’aumento delle dotazioni arboree delle nostre comunità fortemente colpite dall’inquinamento atmosferico.

In questi anni il abbiamo ricordato più volte, come portavoce e come singoli cittadini, di ottemperare le prescrizioni di Legge del 29 gennaio 1992, n. 113, “Obbligo per il comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, a seguito della registrazione anagrafica” che successivamente è stata cambiata/rattificata con la Legge 14 gennaio 2013, n. 10 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”, oltre alla necessità di reimpiantare gli alberi abbattuti per vetustà e le palme colpite dal punteruolo rosso.

Purtroppo però non ci hanno mai ascoltato e in questo caso hanno addirittura bloccato un’iniziativa civica senza simboli politici. Questo denota come il senso civico è ben venuto quando si può vantare di averne la paternità. E’ triste dirlo ma sembra un’amministrazione comunale con lo “spirito ecologista” a corrente alternata.

Pensate che il Consiglio Comunale approvò con Deliberazione di C.C. n. 54 del 25.10.2010 “Mozione su Attuazione Legge 29 gennaio 1992, n.113, Approvazione”, [Leggi] presentata proprio dall’allora Consigliere Matteo Tedde, oggi presidente del Consiglio comunale, che ai quei tempi era all’opposizione.

E così negli anni si iniziò a mettere a dimora essenze arboree fornite dall’Ente Foreste nelle diverse scuole della città, coinvolgendo tutti gli attori del territorio dedicati alla cura del verde, alla protezione civile e alla cultura del rispetto del creato. Poi, da quando sono in maggioranza, non si è più fatto nulla.

Auspichiamo che ora l’amministrazione non “accenda lo spirito ecologista” e ci novelli chissà quale foresta amazzonica ha messo a dimora per ottemperare le prescrizioni di legge perché dal 2013 ad oggi bambini e bambine ne sono nati tanti.

I firmatari: Marco Busdraghi, Paola Deiana, Daria Derriu, Nadia De Santis, Roberto Ferrara, Paolo Guglielmi, Fabio Manca, Gian Paolo Peana, Paolo Piria, Graziano Porcu, Daniele Resio, Pasqualino Sotgia.